Home » Mutui » News Mutui »

Andamento e statistiche di mutui e credito al consumo

 

Il trend registrato per i mutui per l’acquisto della casa, per prestiti personali e per prestiti online è in crescita.

Chiedere un prestito personale, richiedere un prestito online, sono trend sempre più in crescita ma non solo: anche chiedere un mutuo è diventata un esigenza sempre più forte da parte degli italiani. Negli ultimi tempi infatti, i mutui dedicati all’acquisto del’abitazione sono cresciuti del 4,7% rispetto allo scorso anno 2014 mentre le surroghe sono addirittura quadruplicate.

2015: mutui al top

Secondo le ricerche condotte dall’Osservatorio Assofin-Crif-Prometeia, i primi mesi del 2015 hanno dato atto a un vero e proprio boom delle compravendite immobiliari, con la conseguenza di un aumento delle richieste di mutuo.

Nel 2014 i mutui per l’acquisto di una casa hanno fatto segnare un +6.6% mentre mutui di surroga, sostituzione, liquidità, consolidamento debiti, per costruzione e mutui ristrutturazione hanno fatto registrare un aumento del +44.5%.

Nel corso del primo trimestre 2015 la crescita si è rafforzata e le surroghe hanno rappresentato una quota pari al 20% del totale.

statistiche prestiti e mutui

Il cambiamento in termini di rischio

Secondo le analisi dell’Osservatorio Assofin-Crif-Prometeia, il rischio legato al credito non ha subito grandi cambiamenti nell’ultimo anno. Nello scorso mese di marzo, l’indice di rischio di sofferenze e ritardi risulta diminuito, attestandosi al 2,3% e allontanatosi dal punto di massimo registrato a inizio del 2010.

Stabilità anche sul fronte dei mutui immobiliari, dove il tasso di default rimane stabile all’1,8%. Per quanto riguarda invece il settore del credito al consumo tra prestiti personali e prestiti online, si è osservata una riduzione del 2,4%.

I prestiti

Per quanto riguarda invece il settore del credito al consumo, prestiti personali e prestiti finalizzati si trovano al centro delle analisi statistiche e registrano, per la prima volta dopo tanto tempo, una sorta di scalata dopo anni negativi. I flussi hanno infatti registrato un aumento del 2,5% con un numero di operazioni di finanziamento al 5,6%.

Nel primo trimestre del 2015 la crescita è salita: i volumi erogati hanno fatto segnare un +9,3%, le operazioni finanziate un +15,8%. Al top troviamo prestiti personali e prestiti online richiesti per l’acquisto di auto e moto, al +10,4% nel primo trimestre, e prestiti via carte rateali o a opzione, al +15,7%, tipologia che, negli anni, ha mostrato una grande tenuta.

Per quanto riguarda i prestiti finalizzati all’acquisto di beni e servizi come componenti di arredo, elettronica, elettrodomestici e altri servizi finanziabili come viaggi, spese mediche e palestre, dopo la flessione al -3,2% del 2014, nel primo trimestre 2015 questi si sono mostrati in ripresa al +4,3%). Il tutto grazie alla ottima performance dei prestiti per arredamento, trainati dal bonus mobili combinato alle diverse offerte dei tassi promozionali.

Le prospettive di uno scenario futuro

Lo scenario di crescita che ha toccato concretamente il settore di mutui, prestiti personali e prestiti online, ha messo in atto una visione ottimistica che fa ben sperare per una , anche se lenta, ripresa economica futura.

Il consolidamento di inizio anno di tendenze messe in atto a partire dall’autunno precedente, può senza dubbio favorire una ripresa del credito alle famiglie e si prevedono inoltre politiche di offerta maggiormente favorevoli.

Certo le incertezze restano ma la crescita delle consistenze di credito complessivo si prevede rafforzata secondo un processo graduale che avverrà nel biennio 2016-2017, per un valore del +3% annuale medio.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Andamento e statistiche di mutui e credito al consumo  

Tag

, , , , , ,

Articoli simili

Autore

Laureata in Lingue e Letterature Straniere, ha iniziato a scrivere tre anni fa mettendosi alla prova per gioco e con curiosità, trasformando pian piano le prerogative iniziali in un interesse e una passione crescente, fino ad arrivare a fare della scrittura una vera e propria attività, per condividere e comunicare quante più informazioni utili e possibili.

 
 

Nessun Commento

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

 
 

Lascia un commento