Banche con il freno tirato? I prestiti arrivano dai Supermercati

 

Prestiti al supermercato? Si può! Se gli istituti di credito fanno resistenza, è possibile rivolgersi presso la grande distribuzione.

Prestiti al supermercato: è questa la nuova frontiera del credito al consumo. Data la pressante e persistente crisi economica mondiale, più un’attività che volge prettamente al proprio interesse di ricapitalizzazione e al rafforzamento della propria posizione finanziaria, le banche proseguono nel rendere difficile la strada a chi abbia intenzione di presentare al loro cospetto una richiesta di finanziamento.

Questa stretta sul credito operata dagli istituti bancari, ha contribuito all’entrata sul mercato finanziario di una nuova classe di intermediari che offrono il loro operato come soluzione alternativa al rifiuto di una banca: da diversi anni infatti, e sulla spinta di possibilità già esistenti e presenti in Paesi come Inghilterra e Francia, le grandi catene di distribuzione si sono proposte un’azione in un ambito differente da quello a loro consono e cioè quello dell’erogazione del credito.

Dopo la proposta delle carte revolving, quello dei supermercati che concedono prestiti dunque si sta dimostrando ancora attualmente un trend in crescita costante. Vediamone alcuni esempi.

I prestiti Carrefour

Sempre più piede prendono le banche supermercato come Carrefour Banca, l’area finanziaria della nota catena di distribuzione francese, nata nel 2011 allo scopo di offrire ai propri clienti la possibilità di accedere a prestiti personali finalizzati all’acquisto dei vari beni commercializzati all’interno dei supermercati Carrefour.

E si parla non solo di prestiti finalizzati ma dedicati eventualmente anche al sostegno di spese come l’acquisto di una macchina o la ristrutturazione di casa propria. Una sorta di mutuo al supermercato insomma, attuato tramite l’erogazione di prestiti personali fino a 25.000 euro rimborsabili a rate di un massimo di 120 mesi.

I prestiti Auchan

Anche un altro colosso della grande distribuzione francese come Auchan, permette alla clientela la richiesta di un prestito personale fino a 30.000 euro o di un prestito finalizzato all’acquisto di beni di consumo tramite servizi offerti presso appositi punti finanziari costituiti all’interno dei supermercati del gruppo convenzionati con la nota società Agos Ducato. Quest’ultima fornisce al cliente l’opportunità di finanziare i propri acquisti e di rimborsarli tramite un piano rateale mensile dedicato. I requisiti richiesti per l’accettazione delle richieste non sono inoltre restrittivi: basta essere in possesso della residenza su territorio italiano, avere un’età compresa tra i 18 e i 70 anni e
disporre di un conto corrente postale o bancario.

I prestiti Coop

Ancora prestiti al supermercato, questa volta tutti italiani, con Coop, che promuove invece la particolarità del prestito sociale, un finanziamento che si realizza attraverso i versamenti diretti dei propri soci utilizzati per l’erogazione di prestiti agevolati nei confronti di altri soci per un importo massimo di 33.583 euro.

Presso alcune sedi territoriali, come ad esempio Coop Liguria, è inoltre possibile trovare servizi finanziari vantaggiosi come mutui dedicati e sotto spread esclusivi e prestiti personali a tasso fisso con importo erogabile compreso tra le 2.000 e le 30.000 euro, rimborsabili a rate tra 12 e 84 mesi.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Banche con il freno tirato? I prestiti arrivano dai Supermercati  

Tag

, ,

Articoli simili

Autore

Laureata in Lingue e Letterature Straniere, ha iniziato a scrivere tre anni fa mettendosi alla prova per gioco e con curiosità, trasformando pian piano le prerogative iniziali in un interesse e una passione crescente, fino ad arrivare a fare della scrittura una vera e propria attività, per condividere e comunicare quante più informazioni utili e possibili.

 
 

Nessun Commento

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

 
 

Lascia un commento