Bonus bebè 2014: dove sono i prestiti agevolati?

 

Il Bonus bebè 2014 consente l'accesso a prestiti personali fino a 5.000 euro, a tassi agevolati. Ma del decreto attuativo ancora non vi è traccia.

Lo scorso gennaio ci eravamo occupati delle novità  su bonus bebè 2014, ovvero quando i prestiti personali si combinano con l’aiuto alle famiglie. Ritorniamo ora sull’argomento per cercare di capire, nel dimenticatoio generale, le reali novità di questa iniziativa, che favorisce le famiglie con figli, e quali risultati ad oggi abbia conseguito.

Per chi fosse poco uso a ciucciotti e pannolini, il cd Bonus bebè consiste in un prestito fino a 5.000 euro a favore delle famiglie con figli appena nati o adottati, da restituire in 5 anni a tassi agevolati.

Un apposito Fondo di credito, attivato nel 2008, offrendo il rilascio di garanzie alle banche e agli intermediari finanziari, grazie a un protocollo d’intesa tra Governo e l’Abi, permette di ottenere prestiti a un Taeg dimezzato rispetto al Tasso effettivo globale medio, in vigore al momento in cui il prestito viene rilasciato.

Bonus bebè 2014: le novità annunciate

Ebbene, a fine 2013, nella Legge di stabilità, il governo Letta ha confermato un rimpinguo di 30 milioni di euro nel fondo introducendo novità per il 2014, a rafforzamento dell’iniziativa.

Per questo nel comunicato governativo, di cui avevamo dato notizia a gennaio 2014, si legge: “Una nuova misura più immediata e diretta, a favore delle famiglie è quella contenuta nel Fondo per i nuovi nati previsto, per tutto l’anno 2014, dalla Legge di stabilità (legge 27 dicembre 2013, n. 147 – articolo 1 comma 201)…”.

Di fatto, tale misura ha portato ad annullare il “Fondo di credito per i nuovi nati” del 2008, che è confluito nel “Fondo nuovi nati”, istituito direttamente presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Il funzionamento del nuovo Fondo è regolato da “…un successivo decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, di conserto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze, all’interno del quale saranno stabiliti e chiariti i criteri per l’erogazione dei contributi”.

prestiti agevolati bonus bebè 2014

Bonus bebè 2014

E nelle more di essere attuate

Al di là del riferimento alla erogazione di “contributi”, che ha posto il dubbio se il meccanismo di funzionamento consista in un prestito agevolato, in continuità con la precedente modalità, piuttosto che in un contributo a fondo perduto, il punto è che ad oggi del decreto attuativo del Presidente del Consiglio dei Ministri non vi è traccia. Con alcune conseguenze di rilievo.

Infatti, dato che il Fondo di credito del 2008 è stato chiuso a decorrere dal 1° gennaio di quest’anno, le banche sono in grado di soddisfare solamente le richieste di prestito pervenute al 31 dicembre 2013 (per i figli nati in corso d’anno), e non in base alla scadenza ordinaria fissata al 30 di giugno dell’anno successivo.

In pratica, per i figli nati o adottati nel 2013, si usufruisce del finanziamento agevolato solo se si è fatta domanda entro il 31 dicembre (anche se l’informativa inizialmente riportava la scadenza al 30 giugno dell’anno successivo), con la conseguenza che le domande per il “bonus bebè 2013” effettuate nel 2014 vengono respinte dalle banche.

Per i figli nati o adottati nel 2014, si aspetta il via libera del Governo per l’erogazione dei prestiti da parte delle banche.

Insomma, niente bonus bebè 2014 per il momento, con l’auspicio che i 30 milioni di euro del nuovo Fondo possano essere sbloccati presto e che un aiuto concreto sia reso accessibile a nati e nascituri, con equità per tutti.

Bonus infanzia 2014: contributo in attesa di conferma

Per neo mamme e papà niente di nuovo neanche con riguardo ai voucher baby sitting – asilo nido. Il cd “bonus infanzia” è un aiuto economico concesso negli anni passati per acquistare servizi per l’infanzia negli undici mesi successivi al congedo di maternità obbligatorio e in alternativa al congedo parentale.

L’Inps ha comunicato che non è ancora stata confermata l’erogazione del contributo 2014 per babysitter e asilo nido.

Sul sito dell’Inps, da ultimissimo aggiornamento, non è ancora stata data pubblicazione del bando per la presentazione delle richieste, atteso, in caso affermativo, nei mesi di giugno/luglio.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Bonus bebè 2014: dove sono i prestiti agevolati?  

Tag

, , , ,

Articoli simili

Autore

41 anni, laurea in giurisprudenza. Esperta in comunicazione e relazioni pubbliche, in particolare nello sviluppo strategico e coerente delle attività di comunicazione Corporate e Consumer, gestione diretta delle media relation e media partnership, ideazione e gestione di progetti e campagne d’informazione sociale. Curiosa, esprime le proprie scelte con intrepida avventura, consapevolezza, disciplina e amore profondo, perché ogni istante è sapore e opportunità.

 
 

Nessun Commento

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

 
 

Lascia un commento