Home » Mutui » News Mutui »

Boom dei mutui: la crescita continua +26,5%

 

Continua la crescita dei mutui con un vero e proprio boom del 26,5% registrato nel primo quadrimestre del 2014 dall'ABI.

Crescita mutui al top nei primi 4 mesi del 2014: sono i dati rilevati dall’ABI, l’associazione bancaria italiana, in relazione al fenomeno inerente il boom dei muti, le cui richieste si sono dimostrate costantemente in ascesa ancora nel primo quadrimestre del nuovo anno e che vanno dunque a confermare i primi dati rilevati nel primo trimestre 2014. Vediamo la notizia insieme ai dati esatti e ai relativi valori percentuali nello specifico.

Mutui in crescita

A partire dal mese di Gennaio 2014, l’Abi ha registrato una crescita a riguardo delle erogazioni, e quindi delle conseguenti accettazioni da parte degli istituti di credito di domande di finanziamento, di mutui casa in Italia. Nel periodo infatti corrispondente ai mesi di Gennaio, Febbraio, Marzo e Aprile, le erogazioni finanziarie dedicate all’acquisto di immobili ad uso abitativo sembra abbiano subito un icremento in netta salita stimato ad un valore del 26,5%. Mutui in 4 mesi più alti insomma, ottimi dati che fanno pensare a una ripresa del settore se posti a confronto con lo stesso periodo di riferimento del 2013, quando si registrò invece un calo del 14,7%. Nel mese di Maggio 2014, inoltre, sono stati registrati tassi più bassi rispetto al 2011.

Le comunicazioni dell’ABI

L’associazione bancaria italiana ha comunicato in merito che sono stati concessi finanziamenti alle famiglie italiane per l’erogazione nei primi 4 mesi del 2014 di mutui a privati per una cifra totale pari a 7,4 miliardi di euro, dato finalmente in aumento rispetto ai primi 4 mesi dello scorso anno 2013.

Più precisamente si può dire che finanziamenti a famiglie e singoli siano cresciuti del 26% rispetto all’anno precedente, anche se nel mese di Maggio 2014 i mutui hanno registrato un -2,9% rispetto al Maggio 2013. Considerando invece un quadro generale inerente i finanziamenti ai famiglie e imprese, si è registrato un – 2,1% rispetto al 2013 mentre, a partire dalla fine del 2007 ad oggi, i prestiti sono passati da 1.673 miliardi a 1.837 miliardi di cui quelli riservati a famiglie e imprese da 1.279 a 1.424 miliardi.

Sono in calo invece i tassi di interesse con peso medio del 3,33% e 3,32% riservato alle imprese, dati comunque nettamente positivi se si pensa che il tasso medio dedicato ai finanziamenti alla fine del 2007, prima dell’inizio della grave crisi che versa sul Paese da oramai diversi anni, arrivò quasi a toccare la quota del 5,48%.

In ogni caso, a riguardo della ripresa mutui ma non solo, i tecnici dell’ABI sono fiduciosi e spiegano che segnali di luce misti a segnali di ombra non fanno altro che mostrare chiaramente la probabilità di attraversamento di un punto di svolta dell’andamento economico.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Boom dei mutui: la crescita continua +26,5%  

Tag

,

Articoli simili

Autore

Laureata in Lingue e Letterature Straniere, ha iniziato a scrivere tre anni fa mettendosi alla prova per gioco e con curiosità, trasformando pian piano le prerogative iniziali in un interesse e una passione crescente, fino ad arrivare a fare della scrittura una vera e propria attività, per condividere e comunicare quante più informazioni utili e possibili.

 
 

Nessun Commento

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

 
 

Lascia un commento