Come ottenere i Finanziamenti per l’Imprenditoria Femminile

 

Scopri come ottenere finanziamenti a fondo perduto o prestiti agevolati per le imprese gestite da donne.

Già da qualche anno l’Unione Europea ha istituito alcuni appositi programmi di finanziamento atti alla concessione di fondi specifici dedicati al finanziamento delle imprese avviate da giovani e da donne, il tutto per agevolare l’entrata nel mondo del lavoro degli appartenenti a queste due categorie che, a volte e soprattutto nel caso delle donne, possono essere svantaggiate. Vediamo appunto in particolare quali siano le caratteristiche e come sia possibile ottenere nello specifico i finanziamenti dedicati all’imprenditoria femminile.

I finanziamenti all’imprenditoria femminile: le caratteristiche

I finanziamenti all’imprenditoria femminile stanziati dai programmi dell’Unione Europea hanno la caratteristica principale di essere in parte a fondo perduto. Ciò rappresenta senza dubbio un grande vantaggio per le donne imprenditrici. Una parte dunque di questi finanziamenti, sarà concessa a chi ne farà richiesta senza obbligo di restituzione, lasciando una boccata d’aria per chi contrae il prestito.

Finanziamenti imprenditoria femminile

Per il restante importo invece, verrà strutturato un piano di rimborso caratterizzato da un prestito personale a tasso agevolato dello 0,50%, da restituire secondo una tempistica massima prevista da un piano di ammortamento strutturato in dieci anni.

In alternativa al finanziamento a fondo perduto, può essere concesso un credito d’imposta. In pratica, sulla base di un determinato tipo di costi, l’impresa potrà usufruire di un credito detraibile dall’imposta lorda, questa fissata nella documentazione relativa alla dichiarazione dei redditi.

Per quanto riguarda invece i piani di finanziamento all’imprenditoria femminile stabiliti a carattere territoriale con contributi regionali, gli importi e le modalità di erogazione saranno variabili in base al territorio di residenza dell’impresa e dovranno sottostare a precise regole stabilite dalle norme regionali secondo le singole necessità territoriali.

Finanziamenti imprenditoria femminile: i requisiti per fare domanda

Per ottenere i finanziamenti espressamente dedicati all’imprenditoria femminile, le imprese dovranno essere di piccola entità, con meno di cinquanta dipendenti, con un fatturato annuo di non più di 5 milioni di euro e uno stato patrimoniale di non più di 2 milioni di euro.

Per quanto riguarda la componente femminile, potranno presentare un progetto per ottenere le agevolazioni le ditte individuali gestite da donne, le società cooperative o di persone costituite per almeno il 60% da donne, le società di capitali le cui quote di partecipazione siano per almeno 2/3 in mano a donne, le imprese, i consorzi, le associazioni, i servizi di consulenza e assistenza le cui quote siano possedute per almeno il 70% da donne.

Tutti i parametri relativi alla componente femminile dovranno restare tali per almeno 5 anni.

Per saperne di più

Per essere sempre aggiornati sulle ultima novità in merito a bandi e agevolazioni in termini di imprenditoria femminile e, soprattutto, per inoltrare la domanda, bisognerà attendere l’emissione degli appositi bandi dedicati espressamente ai finanziamenti all’imprenditoria femminile nell’area specifica del portale della propria Regione o consultando la sezione news.

Le informazioni si potranno reperire anche sul sito della Camera di Commercio del proprio territorio di appartenenza o consultando il portale unioncamere per la promozione dei comitati per l’imprenditoria femminile.

Anche Invitalia provvederà a fornire tutte le informazioni dedicate ai finanziamenti all’imprenditoria femminile. Per l’avvio delle nuove attività imprenditoriali sono inoltre previsti finanziamenti statali per l’autoimpiego.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Come ottenere i Finanziamenti per l’Imprenditoria Femminile  

Tag

, , , , ,

Articoli simili

Autore

Laureata in Lingue e Letterature Straniere, ha iniziato a scrivere tre anni fa mettendosi alla prova per gioco e con curiosità, trasformando pian piano le prerogative iniziali in un interesse e una passione crescente, fino ad arrivare a fare della scrittura una vera e propria attività, per condividere e comunicare quante più informazioni utili e possibili.

 
 

Nessun Commento

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

 
 

Lascia un commento