Finanziamenti 2014: come aprire una startup

 

Le ultime novità, finanziamenti, agevolazioni per aprire una startup nel 2014. Scopriamo insieme i vantaggi e le difficoltà nell'apertura di una startup.

In merito ai finanziamenti alle  startup sono stati emessi recentemente due emendamenti che vedono come prima firma quella di Luis Alberto Orellana, Senatore del Gruppo Misto già esponente del Movimento 5 Stelle, che ha dichiarato: “Vogliamo contribuire a qualificare il Decreto crescita 2.0 voluto dal governo Monti con il quale per la prima volta è stata data regolamentazione alle startup innovative. In quasi due anni mi pare che non sia stato fatto molto sia in termini numerici; ad oggi sono solo 2221 le startup innovative, sia sul fronte dell’equity crowdfunding, che ancora stenta a decollare. Per questo serve qualcosa in più”.

Gli emendamenti in questione portano anche la firma di De Petris del Sel, Campanella, Battista, Bocchino, Bencini e Mussini, e sono stati presentati nei giorni scorsi nell’ambito del decreto legge 91 sulla competitività. Un decreto definito dallo stesso Orellana “eterogeneo”, perché prevede una serie di disposizioni molte diverse tra loro tra cui il rilancio e lo sviluppo delle imprese, attraverso i finanziamenti soprattutto alle piccole medie imprese, e prestiti per aprire startup e  agevolazioni.

Decreto crescita

Con questi emendamenti i sottoscrittori hanno inserito norme a favore delle startup. Propongono dunque di riscrivere alcune parti del decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179 il noto e cosiddetto Decreto Crescita 2.0; che prende in considerazione le startup innovative, e quelle che hanno sede in Italia, e non solo, sono  comprese anche quelle degli Stati Membri dell’Unione Europea o in Stati aderenti all’accordo sullo spazio economico europeo, purché abbiano una sede produttiva o una filiale in Italia. In sostanza gli emendamenti sono finalizzati al superamento di eventuuali violazioni del diritto comunitario.

Startup in Italia o all’estero

Orellana ha illustrato il cuore degli emendamenti finalizzati a definizione precisa di startup innovative, agevolazioni ai molti giovani che hanno in progetto di fondare  e avviare startup e non sanno decidere se farlo in Italia o all’estero; perchè le Nazioni più favorevoli sono l’Inghilerra e l’Olanda per i finanziamenti europei salvo  poi trasferirsi nel nostro Paese.

Il senatore ha anche spiegato che l’aumento è previsto dai 4 a 5 anni per il periodo entro cui si può essere considerate startup. “Queste imprese hanno spesso una partenza rallentata e per un periodo iniziale anche abbastanza lungo ci sono solo spese, per questo riteniamo opportuno allungarne i tempi di ‘vita’”.

Estensione al quinto anno

Gli emendamenti si differenziano nella proposta di estensione al quinto anno dell’esonero dall’imposta di bollo, dai diritti di segreteria per l’iscrizione al registro imprese e per i differenti diritti camerali. “Quest’ultima proposta potrebbe essere bocciata dalla Commissione Bilancio, incaricata di valutare la copertura finanziaria di ciascun emendamento, perciò  abbiamo presentato due emendamenti quasi uguali ma distinti: in uno gli esoneri non sono richiesti, nell’altro sì. Contiamo che almeno uno di questi venga approvato”.

Da parte delle banche c’è un forte coinvolgimento con la creazione di un’ampia serie di iniziative che spaziano dalla consulenza alla formazione degli imprenditori di domani, e un grosso sostegno per gli adempimenti burocratici da sostenere per l’avvio di startup,  la soglia di capitale necessaria per partire subito,  erogata e altre somme in seguito in diverse soluzioni.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Finanziamenti 2014: come aprire una startup  

Tag

, , , , , , ,

Articoli simili

Autore

Web editor, scrittrice freelance e disegnatrice milanese ma romana d’adozione, ha al suo attivo svariate collaborazioni per siti e personaggi importanti, oltre alla pubblicazione di un libro; significativa esperienza di lavoro in rete e capo amministratore da oltre dieci anni di un portale sull’immaginario collettivo, è un nome noto del web.

 
 

Nessun Commento

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

 
 

Lascia un commento