Finanziamenti a favore della Green Economy

 

Le banche sono sempre più verdi: cresce l' impegno in soluzioni ecosostenibili e a favore della riduzione dell' impatto ambientale. Ecco tutte le novità del 2014.

Secondo una recente indagine, condotta da Abi Esg Benchmark 2013, in merito alle politiche sociali e ambientali del settore bancario, emerge che l’ Italia o meglio, il settore bancario italiano, negli ultimi anni ha investito  molto nella messa a punto di strategie e strutture, prodotti e servizi per finalità ambientali e sociali. Stiamo parlando nello specifico di agevolazioni creditizie e finanziamenti ad hoc per energie rinnovabili e incremento dell’efficienza energetica.

Le banche italiane quindi, sono in prima linea per sostenere soluzioni eco-sostenibili e per incentivare la riduzione dell’impatto ambientale di imprese e famiglie.

I prodotti a sostegno della Green Economy in Italia

Lo studio è stato condotto sul 60% delle filiali bancarie del territorio italiano. Il 90 % di questo campione è risultato attivo nell’offerta di servizi e prodotti finanziari verdi   pensati per le famiglie, le imprese e tutti gli enti pubblici. Per le aziende in particolar modo l’offerta è completa e variegata. Si spazia dai finanziamenti alle imprese per favorire l’approvvigionamento da fonti energetiche eco-sostenibili a prodotti creditizi pensati esclusivamente per aziende operanti in settori attivi sul fronte dell’eco sostenibilità.

L’offerta delle banche nostrane include, inoltre, tassi agevolati a favore della riduzione di CO2 e investimenti  per finanziamenti di servizi di consulenza e gestione nel settore del risparmio energetico. Sono previsti infine, svariati fondi di investimento per lo start up di nuove aziende operanti nel settore green.

Dall’indagine emerge così che il settore bancario italiano pone molta attenzione allo sviluppo della green economy nel nostro paese. Tutti i prodotti ad hoc elencati sono un notevole contributo alla sostenibilità in Italia, oltre ad essere il segno tangibile della crescente e condivisa consapevolezza  che l’attenzione all’ eco-sostenibilità è oggi fondamentale per un’ azienda che vuole essere moderna  e competitiva. Possiamo dire quindi che, se si ha intenzione di mettersi in proprio nel 2014, una delle carte vincenti è avvicinarsi al mondo green.

L’ indagine ha evidenziato  inoltre che l’attenzione  al tema dell’ eco-sostenibilità da parte delle Banche non riguarda solo i prodotti offerti. Cambiamenti radicali stanno avvenendo anche sul fronte interno attraverso l’adozione di soluzioni per una migliore gestione dei propri consumi, sempre i

n un’ ottica eco-sostenibile.

Secondo l’ultimo studio condotto dall’ Osservatorio Banche e Green Economy “il 75% del campione ha fissato obiettivi in ambito energetico-ambientale, tra i quali la riduzione dei consumi di energia e delle emissioni in atmosfera. Mediante la rilevazione e’ stato inoltre possibile registrare 253 interventi, realizzati dal 2008 al 2013 che hanno generato un risparmio annuo di energia elettrica di circa 39 milioni di kWh e di gas di circa 200.000 metri cubi”.

 

Cos’è l’ Osservatorio Banche e Green Economy

L’Osservatorio Banche e Green Economy è  un punto di confronto sulle attività che le banche possono attuare per stimolare la crescita di una green economy, incentrata sull’efficienza energetica, l’energia rinnovabile e le smart cities, l’ obiettivo è lo sviluppo sostenibile attraverso l’utilizzo rispettoso delle risorse.

L’Osservatorio ha anche il compito di individuare gli strumenti normativi e contrattuali che possano abilitare sempre di più il ruolo da protagonista del settore bancario all’interno di una ripresa economica sostenibile. L’ Osservatorio tiene periodicamente riunioni, dibattiti e seminari.

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
 
 

Nessun Commento

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

 
 

Lascia un commento