Microcredito per lavoratori e imprese: cosa è bene sapere

 

Le condizioni e gli adempimenti necessari per ottenere finanziamenti con lo strumento del microcredito MISE a favore di lavoratori ed imprese.

Prestiti online, prestiti personali, prestiti alle aziende. A riguardo di quest’ultima fascia di finanziamenti, in questo articolo vogliamo parlare in particolar modo del sistema di microcredito per lavoratori e imprese, finanziamenti dedicati che prevedono un esborso sino a 35.000 euro per chi abbia un’attività produttiva.

Finanziamenti con il microcredito

L’ultima novità dunque in tema di prestiti per lavoratori e per l’impresa che intenda chiedere un prestito, è la possibilità di ottenere finanziamenti grazie al nuovo strumento del microcredito MISE.

Ma che cosa s’intende esattamente con il termine di microcredito? Il microcredito è un mini-finanziamento concesso a soggetti svantaggiati economicamente al fine dell’avvio di una nuova attività imprenditoriale. Si tratta di un prestito di piccolo ammontare finalizzato all’avvio di un’attività imprenditoriale o utilizzabile per far fronte a determinate spese, dedicato  a soggetti vulnerabili ed esclusi dal settore finanziario formale. I programmi di microcredito propongono soluzioni alternative per le imprese paragonabili ai prestiti d’onore.

Nato in principio come forma di sussistenza per le popolazioni povere dei Paesi in via di sviluppo, il microcredito fa ora parte anche delle economie avanzate e viene usato come sostegno per chi vive  sulla soglia della sussistenza o al di sotto di questa e che può trovarsi in gravi difficoltà di fronte a spese impreviste anche se di piccola entità, come piccole imprese e artigiani che non possono accedere ai canali tradizionali ma ripiegare su social lending o prestiti peer-to-peer.

microcredito lavoratori imprese

 

Il microcredito MISE

Il microcredito Mise  accoglie in particolare lavoratori autonomi, professionisti, ditte individuali, associazioni, società di persone, società a responsabilità limitata e cooperative. Esclude invece i lavoratori autonomi e le imprese con partita IVA da oltre 5 anni o con più di 5 dipendenti e le imprese con patrimoniale annuo superiore a 300.000 euro o con indebitamento superiore ad 100.000 euro.

Il Microcredito Mise copre i costi per materie prime, merci, servizi, stipendi, corsi di formazione per i dipendenti. Le erogazioni sono previste tra 25.000 e 35.000 euro, spese atte a ricoprire sino all’80% dell’ammontare del finanziamento per un  finanziamento della durata non superiore a 7 anni salvo crediti concessi per finalità formative, che potranno durare 10 anni.

Come richiedere il microcredito MISE

Per poter richiedere un prestito come il microcredito, è necessario presentare agli enti preposti uno studio di fattibilità di progetto con prenotazione online di garanzia e presentazione, entro 5 giorni, del programma.

Nel caso specifico del Mise, è previsto un click day oltre la metà di Aprile sul sito Fondidigaranzia.it.

Una volta presentata la prenotazione di garanzia con il business plan, si otterrà supporto alla propria attività imprenditoriale in termini di formazione in materia di amministrazione aziendale e  contabilità, amministrazione del personale,
assistenza legale, fiscale e amministrativa.

Il tutto si dovrà concludere entro 60 giorni dalla presentazione della domanda di microcredito.

Per quanto riguarda il rimborso del finanziamento, per il microcredito Mise dovrà essere sottoscritto un piano di ammortamento a rate variabili che potranno essere definite come mensili, bimestrali o trimestrali. Il piano di ammortamento non potrà essere d’immediato avvio per consentire ai beneficiari di raccogliere il tempo necessario a incamerare le prime entrate utili per coprire il debito.

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Microcredito per lavoratori e imprese: cosa è bene sapere  

Tag

, , , , ,

Articoli simili

Autore

Laureata in Lingue e Letterature Straniere, ha iniziato a scrivere tre anni fa mettendosi alla prova per gioco e con curiosità, trasformando pian piano le prerogative iniziali in un interesse e una passione crescente, fino ad arrivare a fare della scrittura una vera e propria attività, per condividere e comunicare quante più informazioni utili e possibili.

 
 

Nessun Commento

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

 
 

Lascia un commento