Nasce Smammas.it il sito che aiuta i giovani a diventare grandi

 

un progetto realizzato da WeBank con il gruppo musicale Smammas per aiutare i giovani ad avvicinarsi al mondo del lavoro

Italia, paese di bamboccioni. Così sono stati definiti i giovani italiani, troppo restii a rimanere in casa sotto la chioccia della cara mamma. Questa definizione si è così radicata nello status degli under 30 tanto da muovere un gruppo di giovani mamme a creare un gruppo musicale: le Smammas. Il loro primo singolo infatti, rappresentava una vera e propria esortazione affinchè i figli “smammassero” dalla casa di famiglia.

Ma purtroppo la realtà spesso non corrisponde alla fantasia, tant’è che le motivazioni per le quali oggi i giovani non riesco ad andare via dalla casa di mamma e papà sono tante e anche le Smammas lo sanno.

E proprio per questo hanno aderito ad un progetto ideato da WeBank (gruppo Bipiemme) per la realizzazione di un sito, smammas.it, che nasce come un incubatore di idee per supportare i giovani che vogliono appunto crearsi una propria indipendenza.

Smammas.it rappresenta infatti una specie di contenitore, un punto di riferimento, al quale le nuove generazioni possono far riferimento per approcciarsi con il mondo del lavoro. Si può trovare al suo interno tutto quanto è necessario per crearsi un’idea di come essere indipendenti: da colloqui con i realizzatori del progetto a stage formativi, passando per le agevolazioni a prestiti e mutui.

Il progetto nasce dall’idea del direttore generale WeBank, Andrea Cardamone, con la collaborazione di Ana Flora, Carla, Gisella e Benedetta che hanno conquistato la rete con l’interpretazione dell’ormai tormentoneSmamma”.

Lo slogan non lascia molto spazio ai dubbi, e sottolinea la necessità che hanno oggi i giovani di formarsi le spalle per crearsi un futuro: “Non hai bisogno di raccomandazioni per realizzare i tuoi progetti”.

“Smammas è il risultato di un lungo e articolato lavoro”, ha dichiarato Cardamone, che ha trovato appoggio da diverse aziende che hanno voluto aderire al progetto, come Mondadori (editore di Panorama), Groupon, Microsoft, Vodafone, Mediaworld on line, Chili e Digital Accademia.

Entusiasta anche Carlo Alberto Carnevale Maffè, docente di Strategia alla SDA della Bocconi, che commentando il progetto, sottolinea l’annoso problema del lavoro italiano, avvolto oramai dalla crisi, e come appunto i giovani devono adattarsi a questa situazione, che pare ad oggi non avere via di uscita: “Il progetto coglie la più grande sfida che le nuove generazioni devono affrontare in questo momento storico: quella dell’autonomia economica e dell’imprenditorialità. E WeBank diventa una banca-piattaforma al servizio delle esigenze dei giovani, con la complicità delle famiglie, o meglio ancora con la potenza evocativa e l’energia vitale delle madri italiane”.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Nasce Smammas.it il sito che aiuta i giovani a diventare grandi  

Tag

, ,

Articoli simili

Autore

Laureanda in Giurisprudenza, ha iniziato a scrivere da due anni e si è ritrovata avvolta in una nuova passione senza accorgersene. Dove c’è un posto in cui raccontare qualcosa, esprimere un’opinione, portare avanti un progetto di ricerca c'è, pronta a dare un contributo e ad arricchire il suo bagaglio di esperienze.

 
 

Nessun Commento

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

 
 

Lascia un commento