PMI: da Intesa Sanpaolo prestiti agevolati BCE

 

Banca Intesa prende a cuore l'impegno con le PMI, dopo l'accordo con Confindustria, ecco l'accordo per concedere prestiti agevolati BCE alle PMI

La Banca Intesa Sanpaolo ha confermato che chiederà prestiti agevolati alla BCE per finanziare le PMI, e sostenere lo sviluppo di piccoli futuri imprenditori senza potere monetario ma con talento; lo ha dichiarato Carlo Messina, Consigliere Delegato e Chief Executive Officer della banca.

Banca Intesa chiude un altro accordo a favore delle PMI dopo quello con Confindustria.

L’iniziativa darà la possibilità all’istituto di concedere prestiti alle piccole e medie imprese per un valore di 10 miliardi. Messina inoltre nel suo discorso non ha escluso la possibilità di richiedere prestiti TLTRO sino a 13 miliardi a un tasso fisso pari allo 0,25%.

Dieci miliardi di euro per prestiti agevolati

Questa la sua dichiarazione:  “Noi siamo pronti a fare ulteriori sforzi. Non abbiamo mai interrotto l’erogazione di credito, ma questo è un momento per aumentare la nostra disponibilità per concedere ulteriore credito”. Messina si è mostrato molto favorevole e deciso per questa nuova iniziativa.

I 10 miliardi di euro che Intesa Sanpaolo ha annunciato di voler stanziare per la crescita delle pmi in Italia saranno utilizzati per: prestiti agevolati concessi con procedure ottimizzate per favorire gli start-up, leasing, factoring e consulenza per la finanza d’impresa a sostegno di ogni progetto ritenuto valido e approvato. L’accordo è stato siglato con Piccola Industria di Confindustria.

I prestiti e i leasing andranno a sostenere lo sviluppo, e il potere patrimoniale delle imprese, anche attraverso la creazione di nuove  partnership con aziende consolidate, oltre a l’internazionalità e delle iniziative per l’export, più l’aiuto alle imprese attraverso servizi di consulenza qualificati e la promozione di servizi e opportunità presso Expo 2015, di cui il gruppo è official global banking partner. Il programma dei nuovi finanziamenti affiancherà i servizi di advisory dotato e gli  strumenti necessari alle pmi per affrontare i piani di sviluppo e di ottimizzazione dei processi aziendali e per superare i momenti problematici come i  passaggi generazionali.

Prestiti agevolati per favorire la crescita delle PMI

A livello locale sono previste svariate soluzioni che coinvolgeranno tutte le agenzie nelle varie Regioni dove chi intende aderire per realizzare una nuova impresa potrà rivolgersi e ottenere tutte le informazioni e l’assistenza passo passo; questo nuovo plafond di 10 miliardi di euro si aggiunge ai 35 miliardi già stanziati, destinati a prestiti agevolati per favorire la crescita, lo start-up di nuove piccole e medie imprese.

Come già detto il consigliere delegato e ceo di Intesa Sanpaolo, Carlo Messina, a margine dell’incontro per la firma dell’accordo, ha dichiarato che l’istituto è pronto a chiedere prestiti agevolati della Bce per finanziare le pmi. Nel dettaglio, la richiesta potrebbe ammontare a 13 miliardi di euro attraverso prestiti tltro ad un tasso fisso dello 0,25%.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
PMI: da Intesa Sanpaolo prestiti agevolati BCE  

Tag

, , , ,

Articoli simili

Autore

Web editor, scrittrice freelance e disegnatrice milanese ma romana d’adozione, ha al suo attivo svariate collaborazioni per siti e personaggi importanti, oltre alla pubblicazione di un libro; significativa esperienza di lavoro in rete e capo amministratore da oltre dieci anni di un portale sull’immaginario collettivo, è un nome noto del web.

 
 

Nessun Commento

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

 
 

Lascia un commento