Pranzo di Natale: consigli e suggerimenti per risparmiare

 

Vi diamo qualche utile consiglio soprattutto per preparare un ottimo pranzo di Natale stando bene attenti al portafoglio.

Con l’arrivo delle festività natalizie, come ogni anno si è costretti a fare i conti con le numerosissime spese a cui si va incontro. Basti pensare alla gran mole di regali da fare a parenti ed amici senza poi dimenticare il pranzo di Natele ed il Cenone di Capodanno. Una tradizione ormai radicata nel tempo, ma che quest’anno rischia di subire un colpo d’arresto o quanto meno un forte ridimensionamento.

Ovviamente il motivo di ciò risiede nella straordinaria difficoltà in cui si ritrovano le famiglie italiane, costrette a barcamenarsi tra entrate che risultano sempre più esigue a fronte di costi maggiori dovuti all’ avanzare imperterrito dell’inflazione e ad un livello di tassazione senza precedenti nella storia italiana. Tra l’altro le tante attese tredicesime rischiano di essere completamente azzerate dal saldo dell’ IMU che, secondo alcune previsioni, dovrebbe attestarsi in media sui 140 € per la prima casa con punte che arrivano fino ai 470 €. Decisamente peggio per chi ha la fortuna o sfortuna, a secondo dei punti di vista, di avere una seconda casa per la quale la media del saldo Imu sarà di oltre 370 €. Insomma, pare proprio che sarà un Natale all’ insegna del rigore e dell’austerità anche a tavola. Vediamo, quindi, qualche utile consiglio soprattutto per preparare un ottimo pranzo di Natale stando bene attenti al portafoglio.

Il concetto base dal quale partire è quello di fare il pranzo di Natale possibilmente tra le propria mura domestiche. Sicuramente da un lato questo comporta maggior lavoro ma dall’ altro consente di risparmiare almeno un 50%, destinato a salire decisamente quanto più la famiglia è grande.

Una volta aver deciso di restare a casa, il punto cruciale è quello di scegliere un menù, meglio ancora se lo si elenca in maniera dettagliata così da poter evidenziare la spesa da effettuare per avere a disposizione gli ingredienti necessari per poterlo preparare. Fare questa operazione, che può sembrare assolutamente superflua e banale, in realtà è fondamentale in quanto consente di chiarirsi bene le idee su quello che si vuole acquistare cercare le offerte più vantaggiose.

Fissare il menù anche un mese prima del giorno di Natale, ci consentirà inoltre di poter spendere molto bene non andando incontro a prezzi esorbitanti. Infatti, solitamente i prezzi dei vari prodotti alimentari aumentano grosso modo dal 15 dicembre in poi. Questo comporta, su una spesa complessiva che, per una famiglia molto numerosa potrebbe arrivare a superare abbondantemente  200 euro, costi aggiuntivi pari al 30-40%.

Inoltre, più ci si avvicina al 25 dicembre e meno scelta si ha a disposizione per trovare un determinato prodotto alimentare e spesso può anche accadere che la freschezza e la qualità lascino a desiderare.

Molto importante è anche saper valutare attentamente la quantità di prodotti da acquistare per evitare di incorrere in sprechi di cibo destinati poi nei casi migliori ad essere mangiati nei successivi giorni, nel peggiore dei casi ad essere gettati. Nella scelta del menù, conviene prevedere maggiore abbondanza nei primi piatti rispetto ai secondi.

Per prima cosa questi hanno un costo  inferiore ed inoltre conferiscono la sensazione di sazietà.  Per essere sicuri di un risparmio e di una totale convenienza è necessario fissare prima i prodotti che occorrono, è molto importante tenere d’occhio le offerte che i vari supermercati e negozi propongono periodicamente in maniera tale da prendere al volo eventuali sconti. Infine, qualora solitamente il proprio pranzo preveda la presenza di più famiglie è molto opportuno suddividere i compiti ed i costi. Buon Natale e buon appetito!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Pranzo di Natale: consigli e suggerimenti per risparmiare  

Tag

, ,

Articoli simili

Autore

La redazione di opinionZine è composta da professionisti, giornalisti e blogger specializzati nei settori di competenza.

 
 

Nessun Commento

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

 
 

Lascia un commento