Home » Mutui » News Mutui »

Prestiti e mutui con tassi troppo alti in Italia : Adusbef e Federconsumatori richiedono maggiori tutele

 

Il credit crunch, la stretta creditizia, la crisi economico-finanziaria che il paese si trova ad affrontare, la diminuzione sostanziale dei prestiti e dei mutui erogati alle famiglie e alle aziende hanno portato alla recessione del paese e alla sempre crescente difficoltà di riuscire a coprire tutte le spese necessarie.

Il credit crunch, la stretta creditizia, la crisi economico-finanziaria che il paese si trova ad affrontare, la diminuzione sostanziale dei prestiti e dei mutui erogati alle famiglie e alle aziende hanno portato alla recessione del paese e alla sempre crescente difficoltà di riuscire a coprire tutte le spese necessarie. Calano i prestiti ai privati ma anche le piccole e medie imprese si ritrovano afflitte dalle stesse problematiche che in alcuni casi si ritrovano a dover chiudere i battenti.

In questa situazione di grande difficoltà la notizia arriva come un presagio tutt’altro che positivo: sembra che i prestiti per il credito al consumo costino 1,41% in più rispetto agli altri paesi dell’ Unione Europea. I dati emersi dallo studio di Adusbef e Federconsumatori presentano uno scostamento sostanziale che rappresenta una situazione di enorme e complesso disagio da parte del nostro paese.

I tassi di interesse applicati ai mutui risultano quindi i più alti di tutta Europa. La media dei tassi applicati è pari a 5,15%, sono più elevati dell’1,20% rispetto alla media Ue, pari a 3,95%, mentre il differenziale sul credito al consumo è più alto dell’1,41%, essendo regolati in Europa al tasso del 6,58%, contro una media italiana del 7,99%.

Sembra quindi che le famiglie italiane che scelgono di accollarsi un mutuo per l’acquisto di una casa appaiono quelle  più vessate. L’analisi proviene dalle cifre dei dati di Banca d’ Italia e dall’ultimo bollettino Bce.

Le due associazioni chiedono al Governo di istituire un fondo di garanzia per impedire che le famiglie che non riescono più rispettare le rate di salatissimi prestiti o mutui nonostante il tasso di riferimento Bce sia al minimo storico, possano perdere la casa. E’ stato proprio il Governatore della Bce, Draghi a lanciare un monito agli istituti di credito durante l’assemblea annuale Abi per contenere i tassi di interesse praticati sia sui prestiti che sull’accensione di un mutuo.

Sulla base di queste premesse e dell’attuale situazione  Adusbef e Federconsumatori, un’associazione senza scopo di lucro sostenuta dalla Cgil che tutela e informa i consumatori, hanno rivolto un appello al Presidente del Consiglio Monti perché venga creato un fondo di garanzia che impedisca alle famiglie di ritrovarsi in grosse ristrettezze economiche, qualora non dovessero riuscire a rimborsare le rate dei finanziamenti ricevuti.

Adusbef e Federconsumatori denunciano inoltre anche gli elevati costi di tenuta dei conti correnti: 295,66 euro contro una media di 114 euro del resto dell’Europa.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Prestiti e mutui con tassi troppo alti in Italia : Adusbef e Federconsumatori richiedono maggiori tutele  

Tag

, , , ,

Articoli simili

Autore

Napoletana, laureata in Comunicazione Istituzionale d’Impresa presso l'università Suor Orsola Benincasa e maniaca dei Social Network, anche se 140 caratteri le sembrano sempre troppo pochi. Ha collaborato alla creazione di contenuti per blog su diverse tematiche. La curiosità e l’opinione altrui sono lo stimolo e il motore della sua passione e opinionZine è il pane per i suoi denti.

 
 

Nessun Commento

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

 
 

Lascia un commento