Prestiti per casalinghe 2014, cosa c’è da sapere

 

Prestiti alle casalinghe, il 2014 porta importante novità. Si tratta di una misura pensata per dare risposte al bisogno di liquidità spicciola delle famiglie.

Novità riguardanti  i prestiti per casalinghe senza garante o con, dedicate a chi lavora in casa. Ad usufruirne sono le donne (ma anche gli uomini) che dichiarino di svolgere lavoro domestici in via esclusiva tra le mura di casa. I prestiti per casalinghe 2014 consistono in finanziamenti erogati sotto forma di prestito personale.  Possono ad esempio coprire le spese per ristrutturare in maniera “light” la casa, per cambiare l’arredamento, per introdurre nuove dotazioni tecnologiche in casa. L’ammontare di questo tipo di prestiti, nella media è abbastanza bassa, si attestano attorno ai 2-3 mila euro.

Prestiti casalinghe 2014: come richiederli

Se la casalinga ha un impiego part time, la garanzia della copertura del debito contratto la darà quel reddito. Se invece non c’è reddito, le casalinghe per avere il prestito 2014 devono presentare alla banca o alla finanziaria un garante, che può essere il coniuge o un genitore o un parente che si impegni a restituire il prestito in caso di inadempienza. E’ importante che sia la casalinga che il familiare che si presenta venga considerato credibile dal punto di vista finanziario da parte della banca.  Non essere stati cattivi pagatori o protestati, insomma.

Cosa fare se il garante non c’è

Se il garante non c’è, e la casalinga che chiede uno dei prestiti 2014 non ha lavoro, la soluzione può essere richiedere una carta di credito detta carta revolving.  Attenzione, ha tassi di interesse più alti del solito, anche se non sembra perché, a differenza di quanto avviene per le carte di credito “semplici”, con la carta revolving le spese effettuate non vanno restituite interamente a fine mese, ma vengono rateizzate in rate mensili. Che possono sembrare piccole, ma che alla lunga hanno un costo alto.

Per quali spese si possono richiedere i prestiti casalinghe 2014

  • Arredamento
  • Ristrutturazione
  • Elettrodomestici
  • Nuove tecnologie
  • Acquisto automobile
  • Spese mediche

Tutte eventualità, insomma, in cui ci sia da fronteggiare una spesa improvvisa o programmata con somme di denaro di piccole e media entità.

Perché conviene chiedere i prestiti per casalinghe 2014

Rispetto ad altri tipi di finanziamenti, c’è una cosa specifica che distingue i prestiti per casalinghe 2014: è molto più flessibile perché, essendo state erogate piccole cifre, il piano di ammortamento può essere modulato secondo le specifiche esigenze delle casalinghe che chiedono i prestiti 2014

L’assicurazione sul prestito

Con una piccola spesa aggiuntiva è possibile, nel momento in cui si richiedono i prestiti per casalinghe 2014, richiedere anche un’assicurazione che copra il rischio che il prestito non venga pagato, a tutela dei beni che si possiedono.

Prestiti per casalinghe 2014, dove chiederli

Banche e finanziarie, ma anche istituti specifici. Ad esempio. ”Findomestic” copre le richieste che riguardano arredamento e mobili con prestiti da 1000 a 30 mila euro.  ”Elastys” dà consulenza personalizzata anche on line.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Prestiti per casalinghe 2014, cosa c’è da sapere  

Tag

, ,

Articoli simili

Autore

Giornalista content editor esperta di seo e specializzata in economia, cronaca interna e cronaca estera. Insegno comunicazione e giornalismo

 
 

4 Commenti

  1. daniela scrive:

    sono una casalinga madre di 3 figli un prestito senza garante lo devo ancora vedere

 
 

Lascia un commento