Prestiti Personali Enasarco

 

Ente nato nel 1996, l' Enasarco offre la possibilità ai propri contribuenti di usufruire della Cessione del Quinto. Scopriamo insieme tutti i dettagli e le novità.

La Fondazione Enasarco (Ente Nazionale di Assistenza Agenti e Rappresentanti di Commercio) é un ente di natura previdenziale pensato specificamente per i Rappresentanti e gli Agenti di Commercio.  Nato nel 1996 è un ente controllato dal Ministero del Lavoro. L’ Enasarco eroga  servizi pensionistici integrativi, i quali si affiancano ai servizi erogati dall’INPS. Oltre a fornire servizi pensionistici l’Enasarco accantona per conto degli Agenti di Commercio anche il F.I.R.R. una particolare forma di fondo per il trattamento di fine rapporto  (TFR) che le aziende versano annualmente in proporzione al fatturato provvigionale dell’ Agente di Commercio e che viene liquidato all’Agente stesso alla cessazione del mandato con l’Azienda. L’iscrizione all’Enasarco dell’ Agente di Commercio é obbligatoria ed é a cura dell’Azienda preponente che é obbligata anche al versamento delle somme dovute dall’Agente di Commercio e dalla preponente stessa. L’ente, oltre a svolgere attività previdenziali, svolge anche attività assistenziali ed ispettive e si occupa della gestione di circa 300.000 posizioni contributive attive di agenti e di circa 100.000 aziende obbligate alla contribuzione, erogando attualmente circa 110.000 pensioni.

Cessione del quinto Enasarco

La Cessione del Quinto Enasarco può essere richiesta da tutti i pensionati dell’ Ente con una pensione di almeno 600 euro: la rata di rimborso è di un valore massimo di 1/5 dello stipendio ed  è calcolata in base alla pensione e alle spese da sostenere all’interno del bilancio famigliare. In questa particolare forma di cessione del quinto, ovvero la Cessione del Quinto Enasarco, la rata mensile non deve e non può mai superare il 20% della pensione (ovvero 1/5) anche se si richiede un secondo prestito personale.

La cessione del quinto Enasarco è un validissimo strumento di accesso al credito. Può essere infatti richiesta anche da soggetti protestati, dichiarati e segnalati in Crif come cattivi pagatori o con pignoramenti in corso.

 

I vantaggi della cessione Enasarco

Questo tipo di prestito permette al pensionato Enasarco di ottenere  finanziamenti che vanno da un minimo di 3.000 Euro a un massimo di circa 50.000 Euro. Tale credito va restituito in rate mensili prelevate ditrettamente dalla pensione in un arco di tempo che varia dai 24 ai 120 mesi.
Tra i vantaggi  della cessione del quinto ai pensionati Enasarco, sicuramente ci sono i tassi applicati, i quali sono fissi per tutta la durata del finanziamento e sono di norma estremamente vantaggiosi. Per le cessioni del quinto ogni rata sarà detratta direttamente dall’Enasarco dal momento di erogazione della pensione e corrisponderà massimo ad un quinto della pensione del richiedente. La cessione del quinto, e questo è il vantaggio più rilevante, può essere concessa anche a coloro i quali non hanno una buona storia creditizia e sono quindi presenti nelle banche dati come cattivi pagatori e protestati. Inoltre, e questo non è da sottovalutare , può essere richiesta anche in presenza di altri impegni in corso: prestiti personali, finanziamenti , mutui.
L’età massima per richiedere la cessione del quinto per i pensionati Enasarco, è di 90 anni,  (ossia prima del compimento dei 90 anni deve scadere l’ultima rata). Proprio per tale motivo al momento della stipula del contratto è obbligatorio stipulare anche una polizza assicurativa in caso di premorienza.

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
 
 

3 Commenti

  1. Leonardo Capua scrive:

    vorrei chiedere un eventuale prestito

  2. Leonardo Capua scrive:

    interessante

 
 

Lascia un commento