Richiedere prestito Compass: ora nelle banche MPS

 

L'accordo raggiunto prevede una maggiore diffusione degli sportelli bancari. La clientela è più facilitata nella richiesta di un finanziamento personale

Richiedere prestiti Compass diventa un’operazione finanziaria decisamente più semplice. Tutto ciò è la conseguenza di una buona intesa siglata tra due storiche aziende del settore del credito, con l’obiettivo di agevolare le persone in un delicato momento dell’economia italiana.

Monte dei Paschi di Siena e Compass, società leader nel credito al consumo del Gruppo Mediobanca, raggiungono un accordo per la distribuzione dei prestiti Compass. La novità di rilievo per favorire l’assegnazione del prestito finanziario è il coinvolgimento di più di 2.300 filiali del gruppo bancario senese. La clientela del Monte dei Paschi di Siena è più avvantaggiata nel richiedere un prestito finanziario. Questa operazione economica consente di realizzare un significativo obiettivo relativo ai rispettivi piani finanziari di sviluppo delle due aziende di credito. Le conseguenze relative all’accordo rendono operative le linee guida del piano industriale 2013-2017 del Monte dei Paschi di Siena. L’Istituto di credito della Toscana può raggiungere più velocemente la realizzazione del nuovo modello di intermediazione. È un passaggio da valutare con particolare attenzione poiché riguarda i programmi economici e finanziari studiati dal managment della banca.

Gli obiettivi del prestito

La nuova collaborazione tra le due aziende di credito vuole sostenere con determinazione l’offerta di credito alle famiglie, specialmente nel difficile momento storico causato da una fase di congiuntura di mercato non certamente favorevole. L’intesa raggiunta vuole proseguire senza sosta nella valorizzazione della rete commerciale, sviluppando rapidamente comparti di autentico business con un elevato valore della distribuzione.

È un’interessante collaborazione finanziaria mirata a conquistare quote di mercato per diventare indiscussi leader nel settore del credito. Con questa partnership può crescere sia il presidio territoriale degli sportelli bancari, sia la quantità di denaro erogata alle persone. L’accordo prevede sostanziose percentuali di finanziamento da destinare nel 2014, con una significativa potenzialità da sviluppare ulteriormente nel futuro. È uno scenario economico e finanziario in deciso sviluppo, capace di far pesare la sua influenza nel settore finanziario italiano.

Vantaggi dell’accordo Compass – MPS

L’accordo con l’azienda Compass e con la sua controllata Futuro è già operativo sul mercato del credito. Questa intesa raggiunta consente al Gruppo Monte dei Paschi di Siena di integrare l’attuale offerta di Consum.it, società di credito al consumo del Gruppo, con maggiori soluzioni riguardanti la durata, l’entità e la tipologia di finanziamento. Tutto ciò rappresenta interessanti vantaggi per coloro che desiderano avvalersi della forma di finanziamento.Durante gli anni passati, Compass ha già stretto rapporti di collaborazione con più di cinquanta banche italiane.

Con questo nuovo accordo vede crescere in modo efficace la sua capacità distributiva con circa 7.500 filiali, sparse su tutto il territorio italiano. La conseguenza dell’accordo c’è una maggiore diffusione dell’azienda di credito, con una presenza più capillare sul territorio a vantaggio delle persone.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Richiedere prestito Compass: ora nelle banche MPS  

Tag

, ,

Articoli simili

Autore

Giornalista professionista, ama viaggiare per conoscere le tradizioni culturali, autentica espressione del sapere. Curioso, preciso, attento ai minimi particolari, vuole incontrare persone intelligenti con le quali condividere una sana discussione sui grandi temi della vita. Particolarmente interessato alle questioni sociali, rivolge una costante attenzione alla grande scommessa del XXI secolo: un maggiore incontro tra i popoli per una consapevole condivisione del pianeta. Che può tramutarsi in una grande ricchezza culturale ed economica. Crede nel turismo sostenibile e nella green economy.

 
 

Nessun Commento

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

 
 

Lascia un commento