Home » Mutui »

Taglio dei tassi deciso dalla Bce: cosa cambia per i mutui a tasso variabile

 

La decisione di Draghi di abbassare ulteriormente i tassi agevolerà di sicuro i nuovi mutui. Ma per quelli già stipulati cosa cambia? Scopriamolo insieme.

Al fine di contrastare la totale assenza di crescita economica e l’ imperante deflazione, la Bce ha deciso di operare ulteriori tagli sui tassi di interesse.

Quello dell’assenza di crescita dei Paesi dell’ Eurozona e la crescente deflazione sono fenomeni da contrastare con ogni mezzo e data l’evidente incapacità dei governi di trovare delle soluzioni adeguate si è pensando di intervenire utilizzando la politica monetaria. Le uniche alternative all’incapacità dei governi di trovare delle soluzioni adeguate, è nella politica monetaria. Ecco allora che risulta provvidenziale la scelta della BCE di tagliare i tassi.

Si sono così tagliati i tassi di rifinanziamento dallo 0,15% allo 0,05%, toccando un nuovo record storico negativo. Per i cittadini, almeno  sul piano teorico si dovrebbero aprire opportunità. In particolare sono i mutui per la casa ad essere diventati più raggiungibili anche se, a dire il vero, per accedere a questo ulteriore sconto i mutuatari devono dimostrare di essere solventi e di avere a disposizione la metà del valore dell’immobile.

Per chi in particolare ha un mutuo a tasso variabile indicizzato al tasso BCE ci sarà una notevole riduzione sulla rata mensile del finanziamento. Per fare un semplice esempio, su un mutuo da 100.000 euro il risparmio è tra i 5 e i 10 euro mensili. Più alti sono i capitali, maggiore sarà il nuovo sconto di cui potranno usufruire i consumatori.

Cosa cambia per i mutui in corso

Il Codacons sostiene che  questa  manovra porterà numerosi effetti positivi sull’ economia delle famiglie, soprattutto su quelle che si sono affidate al tasso variabile per mutui, anche di piccola entità.

Il calcolo del risparmio è molto semplice da fare. Per coloro che hanno un mutuo a tasso variabile da 100mila euro da rimborsare in 30 anni, il risparmio parte da 65 euro l’anno che diventano quasi 100 se l’importo richiesto è di 150 mila euro da rimborsare in 25 anni.

Tutto il risparmio che si può ottenere, quindi, dipende dall’importo del mutuo, dal tempo residuo del finanziamento e dalla durata del mutuo stesso. Questo provvedimento, secondo le ultime stime, interesserà  il 2% delle famiglie che hanno acceso un mutuo, decidendo di agganciare il tasso d’interesse al tasso BCE.

mutui a tasso BCE  sono finanziamenti direttamente collegati al costo del denaro , una tipologia di mutui a tasso variabile che usa proprio il tasso di rifinanziamento principale quale parametro per stabilire gli interessi passivi. Non bisogna sottovalutare che anche i mutui variabili a tasso Euribor sono molto influenzati dal costo del denaro perché l’Euribor, nelle sue varie versioni a 1 mese, 3 mesi, 6 mesi e così via è un indice che si basa sugli interessi che le principali banche europee applicano al denaro che si prestano tra loro.

Qualche previsione a breve e medio termine

Già da molto, almeno due anni, il tasso BCE e l’Euribor sono a livelli minimi, anzi al minimo storico: un ulteriore taglio del costo del denaro ha come naturale conseguenza un effetto positivo per chi ha un mutuo a tasso variabile BCE o Euribor, ma essendo ormai a numeri prossimi allo zero, la convenienza generale per questi finanziamenti è già quasi al massimo possibile per quel che riguarda questa parte della quota interessi.  In via puramente teorica dovrebbe esserci una lieve riduzione anche degli spread bancari, già, per il vero, segnalati in discesa da tempo.

Nessun effetto diretto si registrerà invece su mutui a tasso fisso, e su finanziamenti a tasso fisso in genere.

Date le attuali condizioni, si possono azzardare delle previsioni sui tassi di interesse dei mutui per i prossimi due anni e poi risalita lenta, a meno di improvvisi e traumatici cambiamenti economici o politici.

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
 
 

Nessun Commento

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

 
 

Lascia un commento