Home » Mutui » News Mutui »

Usa, il mercato immobiliare cresce. E anche il costo dei mutui

 

Quanto accade Oltreoceano può verificarsi presto anche da noi. Chi può acquisti, i mutui potrebbero diventare ancora più cari!

Aumenti interessi sui  mutui. Venti di ripresa del mercato immobiliare dall’America, dove i mutui statunitensi si fanno più cari. E siccome quel che accade Oltreoceano presto si potrebbe realizzare anche da noi, è bene rompere gli indugi e approfittare dei nostri tassi di interesse ancora bassi per poter comprare casa risparmiando.

Attualmente in Europa i tassi non sono mai stati così bassi e sebbene ottenere un prestito può presentare qualche difficoltà sul fronte delle garanzie richieste, a breve saranno attive le misure del Governo che dovrebbero facilitare l’accesso ai mutui.

Le cose, infatti, potrebbero presto cambiare e si può avere anche qui la ripresa del mercato immobiliare.

Vediamo cosa sta accadendo adesso ai mutui statunitensi, diventati i più cari. Chi ad agosto avesse voluto comprare casa con un prestito trentennale si sarebbe visto chiedere il 4,58% di tasso di interesse, un punto e mezzo in più del novembre 2012 quando questo tipo di tassi viaggiavano poco sopra il 3%.

A detta di molti è sintomo della ripresa dell’immobiliare nel mercato Usa: all’aumentare delle richieste di case e di mutui aumentano anche i tassi di interesse, quindi il costo del prestito è più alto.

Ma quanto tempo durerà? La ripresa del mercato immobiliare in America è figlia dei programmi di aiuto e sostegno ai mutui che sono stati varati nei mesi scorsi. Arriverà presto la fase del cosiddetto “tapering” ovvero la progressiva riduzione delle misure di stimolo legate alla crescita dell’economia. La ripresa del mercato immobiliare si fermerà? Intanto una certezza è avere già oggi mutui statunitensi più cari.

In Italia la situazione è ancora incerta. Con la mancanza di liquidità e la crisi per le famiglie italiane comprare un’abitazione rimane un miraggio e anche chi ce l’ha fa fatica a pagare il mutuo, tanto che deve ricorrere alla sospensione. Da noi il mercato immobiliare non vede ripresa neanche lontanamente. Colpa anche del costo dei mutui che, nonostante la diminuzione di 27 punti base registrata nell’ultimo anno, si confermano i più cari d’Europa.  I dati parlano di una media italiana che si attesta intorno al 4,46% contro una media europea del 3,34%. Una differenza piuttosto marcata e che sarebbe il principale motivo per il quale attualmente il 7,7% delle famiglie italiane, che ha in essere un muto (circa 254 mila nuclei familiari), non riesce a pagare regolarmente le rate del piano di rimborso…

Per vedere anche in Italia, su modello di quante accade ai mutui statunitensi, una ripresa del mercato immobiliare, bisognerà aspettare ancora un po’, che si realizzino quegli interventi in più direzioni auspicati da più parti. Intanto, però, chi può acquisti. I mutui potrebbero diventare ancora più cari!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Usa, il mercato immobiliare cresce. E anche il costo dei mutui  

Tag

Articoli simili

Autore

Giornalista content editor esperta di seo e specializzata in economia, cronaca interna e cronaca estera. Insegno comunicazione e giornalismo

 
 

Nessun Commento

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

 
 

Lascia un commento